365 – Programmare l’ipertrofia

 

IL MANUALE SULLA PIANIFICAZIONE ANNUALE DELL’ALLENAMENTO IN PALESTRA

365 – Programmare l’ipertrofia

 

IL MANUALE SULLA PIANIFICAZIONE ANNUALE DELL’ALLENAMENTO IN PALESTRA

“Che tu sia atleta o allenatore, se vuoi la garanzia di risultato è necessario che tu conosca le regole di programmazione dell’allenamento su scala annuale. Organizzare gli stimoli secondo un percorso logico è l’unica via per un risultato garantito.

IL PRIMO LIBRO CHE CONTIENE UN INTERO ANNO DI PROGRAMMAZIONE

 

Cambiare scheda ogni 6/8 settimane è una strategia che, molto presto, porta allo stallo.

Bisogna PROGRAMMARE la crescita muscolare, l’allenamento deve essere organizzato sul lungo periodo in una logica consequenzialità di stimoli: cinque fasi, ognuna precisamente collegata a quella seguente.

IL PRIMO LIBRO CHE CONTIENE UN INTERO ANNO DI PROGRAMMAZIONE

 

Cambiare scheda ogni 6/8 settimane è una strategia che, molto presto, porta allo stallo.

 Bisogna PROGRAMMARE la crescita muscolare, l’allenamento deve essere organizzato sul lungo periodo in una logica consequenzialità di stimoli: cinque fasi, ognuna precisamente collegata a quella seguente.

COSTRUISCI UN PROGRAMMA PERSONALIZZATO

 

La personalizzazione dell’allenamento è qualcosa che avviene DOPO l’aver capito le regole della continua crescita muscolare.

Partire da un binario ben preciso permette di affidarsi ad un percorso chiaro, riproducibile, sensato, in cui ogni cosa è al suo posto per un motivo ben preciso.

 

Questo manuale è letteralmente uno strumento per i propri allenamenti.

COSTRUISCI UN PROGRAMMA PERSONALIZZATO

 

La personalizzazione dell’allenamento è qualcosa che avviene DOPO l’aver capito le regole della continua crescita muscolare.

Partire da un binario ben preciso permette di affidarsi ad un percorso chiaro, riproducibile, sensato, in cui ogni cosa è al suo posto per un motivo ben preciso.

 Questo manuale è letteralmente uno strumento per i propri allenamenti.

Sono Campione Italiano di Natural Bodybuilding, detentore della PRO CARD WNBF e atleta internazionale. Mi alleno con Amerigo dal 2014.

Grazie ad una programmazione dell’allenamento sul lungo periodo, sono riuscito a rivoluzionare il mio sviluppo fisico. Sia in termini di sviluppo muscolare, sia dal punto di vista qualitativo.

Mattia Zanutto

Natural Bodybuilder agonista

ALLENA E ALLENATI CON UN VERO METODO SCIENTIFICO

La logica alla base di questo manuale è stata testata, ri-testata e misurata.

Nasce da osservazioni provenienti dal contesto agonistico, per poi evolversi in una chiave riproducibile e modulabile su larga scala.

ALLENA E ALLENATI CON UN VERO METODO SCIENTIFICO

La logica alla base di questo manuale è stata testata, ri-testata e misurata.

Nasce da osservazioni provenienti dal contesto agonistico, per poi evolversi in una chiave riproducibile e modulabile su larga scala.

Ho effettuato il percorso di Osteopatia Strutturale (primi 3 anni di Accademia) per approfondire tematiche anatomiche e biomeccaniche dell’apparato muscolo scheletrico. Mi occupo di educazione e rieducazione motoria pre e post infortunio, di acquisizione di pattern motori in soggetti che si approcciano all’attività sportiva e non solo, e di fitness.

Ho la passione per la lettura e per lo studio, cosa che mi ha spinto a visionare numerosi libri riguardanti la mia professione. Ho comprato il libro 365 Programmare l’ipertrofia dopo aver partecipato a vari seminari La Forza e dopo aver testato su campo la Logica dei Punti di Contatto.

365 Programmare l’ipertrofia è un Libro fantastico: fornisce strumenti reali, e non ipotesi, da utilizzare su campo.

Nessun “dipende” ma situazioni reali da analizzare che ti forniscono una logica di lavoro da captare e fare propria, al fine di poter garantire risultati su larga scala di soggetti (cosa fondamentale quando si lavora con soggetti “normali” o non in salute).

Mi è servito come strumento di approfondimento della Logica dei Punti di Contatto, logica che è risultata molto più efficace di quanto pensassi in campo rieducativo motorio, a dimostrazione della solidità delle basi su cui erge. Consiglio la lettura a chiunque abbia la dote del ragionamento, della criticità e della ricerca della perfezione.

365 Programmare l’ipertrofia non è un semplice libro , è come un quadro di Picasso: più lo guardi nel dettaglio più ti insorgono dubbi e capisci dell’unicità e del valore dell’OPERA. Riccardo

Chinesiologo appassionato di recupero motorio

I CAPITOLI

1.PROGRAMMARE L’IPERTROFIA


Perché pianificare?

Il ruolo delle abilità motorie nella crescita dell’atleta Natural.

2.gli esercizi fondamentali


Squat, Panca Piana e Stacco da Terra sono il vero motore della crescita: oltre ad essere esercizi multiarticolari, vedono un tempo di applicazione di forza compatibile con l’innesco di ipertrofia e attivano il sistema nervoso.

3.le fasi


Il programma annuale prevede quattro grandi periodi:

T1 – durata 6/8 settimane

PN – durata 13 settimane

JAW – durata 18 settimane

IS – durata 15 settimane

4.fase 1: perfezionamento tecnico


In questo periodo miglioriamo la tecnica di esecuzione degli esercizi fondamentali.

Focus sul controllo: basso carico, movimenti lenti e con fermo prolungato.

La frequenza di lavoro settimanale è di 2 Squat, 3 Panca Piana e 3 Stacco.

Dedicato a chi in palestra va alla ricerca di un risultato concreto.

Amerigo Brunetti

5.l’uso dell’rpe


Esiste un indicatore di fatica molto utile, che nasce nel Powerlifting (o meglio nella Pesistica Olimpica) e che può risultare utilissimo nello sviluppo muscolare.
Questo indicatore è l’RPE

6.fase 2: potenziamento neurale


Questa fase prevede:

– Il trasferimento della tecnica corretta (appresa nel periodo T1) anche a carichi più elevati.

– Il mantenimento di una tecnica corretta anche nei periodi di accumulo di stanchezza.

7.fase 3: protocollo jaw


Il periodo più impegnativo di tutto l’anno.

18 settimane di fuoco e fiamme, l’allenamento è guerra.

8.il concetto di routine


Get into the loop.
Creare un circolo virtuoso di miglioramento è l’arma migliore a nostra disposizione.

9.la legge di consequenzialità degli stimoli


Ciò che facciamo oggi è influenzato da quello che abbiamo fatto ieri. E influenzerà ciò che accade domani.

Nessun allenamento è slegato dagli altri: ecco le regole da rispettare.

10.fase 4: ipertrofia specifica


La scultura prende corpo.

Fondamentali in alta frequenza settimanale ma volume moderato. Intensità di carico mantenuta principalmente tra il 85% e il 90%.

Varianti e monoarticolari vedono un tipo di lavoro prettamente lattacido ad alte ripetizioni.

11.L’allenamento della donna


Una ragazza deve approcciarsi diversamente all’allenamento con sovraccarichi?

Difficoltà delle ripetizioni, varianti, volume totale: come massimizzare l’ipertrofia sul pubblico femminile.

12.allenare la forza


Quando l’obiettivo è sollevare il bilanciere più pesante: powerlifting.

Esiste davvero un netto distacco dal bodybuilding?

Ogni libro, dopo averlo letto, ti lascia qualcosa, “365 programmare l’ipertrofia” ti fornisce una logica concreta, semplice, efficace sulla quale poter pianificare un percorso.

La parola PROGRAMMARE è quella che fa la differenza; sono un laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive, ho frequentato e conseguito diplomi presso la FIPE, ho partecipato ai più svariati seminari, nessuno di loro però mi ha insegnato come portare una persona da A a B senza vendermi metodi o metodologie preconfezionate.

Tale libro ti pone davanti una logica che, in quanto tale, può essere soggetta a varizioni senza uscire dal percorso tracciato e senza cambiare tutte le carte in tavola, per un operatore del settore è uno strumento ti dona sicurezza e tranquillità lavorativa.

In più ha un linguaggio semplice, è chiaro sul modo con cui operare fornendoti esempi pratici, l’unico dubbio che si può avere è il perché non comprarlo.

Alessio Miravalle

Bodybuilder agonista e Personal Trainer

Ho affrontato la lettura del libro 365 – PROGRAMMARE L’IPERTROFIA analizzandolo da un duplice punto di vista: atleta e allenatrice alle prime armi.

Da atleta posso dire che questo manuale mi ha permesso di interpretare e interiorizzare in maniera ancora più profonda sia l’esecuzione delle alzate fondamentali che la logica relativa alla preparazione che il mio coach sta applicando in vista della mia prima competizione di natural BodyBuilding.

Da allenatrice non posso che questo libro rappresenta uno STRUMENTO DI LAVORO FONDAMENTALE, in quanto mi permette di sviluppare e mettere in pratica una logica di lavoro sensata ma allo stesso tempo non vincolante.

Amerigo infatti sottolinea più volte che il suo obiettivo non è quello di fornire programmi pre-confezionati, ma bensì di indurre i lettori a riflettere ed elaborare i concetti trattati.

Il risultato è un equazione di base (la programmazione) che in base alle variabili (problematiche personali, varietà dei soggetti, tipologia di obiettivo ecc.) può sempre essere bilanciata con dei criteri sensati e consequenziali.

In particolare trovo molto utile l’inserimento dei programmi di soggetti completamenti diversi tra loro, proprio perché gli spunti di riflessione vengono amplificati al massimo.

Come atleta posso dire che il libro mi ha aiutata ad interiorizzare e capire ancora meglio le alzate fondamentali e il lavoro di programmazione che il mio coach (Jack Mambelli, allenatore LA FORZA) sta operando su di me in vista della mia prima competizione di natural bb.

Ho la fortuna di allenarmi e vivere quotidianamente nell’ambiente LA FORZA e posso dire senza alcun dubbio che il contenuto del libro rappresenta al massimo il riassunto di un lavoro che si evolve quotidianamente grazie ad Amerigo, a tutti i coach e ad ogni singolo soggetto che si viene ad allenare al centro, che sia principiante, intermedio o avanzato, e penso sinceramente che il bacino di idee e di spunti di miglioramento abbia un potenziale infinito.

Maria Coda

Atleta

I RECORD

Ho 28 anni ed è da sei anni che lavoro nel settore. In questi anni ho potuto sperimentare non so quanti METODI, provavo, cambiavo, riprovavo, ricambiavo.

Scheda di allenamento obbligatoriamente diversa ogni sei settimane, tantissimo pompaggio muscolare, alte ripetizioni e isolamento dei singoli distretti.

Risultati?

Pochi, e se ne avevo non non erano duraturi nel tempo.

Era sufficiente una settimana di vacanza, era sufficiente un piccolo stop dovuto ad un infortunio per perdere i guadagni ottenuti.

Ho contattato Amerigo perché affascinato da ogni suo articolo, da ogni suo video. Ho iniziato a seguire il suo protocollo, strutturato secondo una logica annuale.

Niente più cambiamenti casuali nel programma, niente più scossoni al sistema nervoso. Era tutto programmato: l’allenamento ha iniziato ad avere un perché in ogni frangente.

Questo approccio di pianificazione mi ha garantito, con le dovute tempistiche, un miglioramento inaspettato. Parlando di numeri, ho costruito 5kg di massa muscolare, perdendo contemporaneamente 4cm di girovita.

La cosa più interessante, però, l’ho vista sui miei clienti. Ora ho un binario grazie a cui operare.

Siano essi atleti oppure persone che vogliono semplicemente mettersi in forma, hanno la chiara percezione di stare svolgendo un percorso, e non una semplice seduta di allenamento con un motivatore.

Svolgendo le tre alzate fondamentali con un filo logico di mese in mese, hanno la consapevolezza di percorrere una rotta assolutamente affidabile, in cui il proprio corpo cambia in modo continuo e senza grossi sbalzi.”

Ecco, il racconto di Thomas ti ha spiegato il motivo per cui ho creato il libro “365 – Programmare l’ipertrofia”: fornire uno STRUMENTO che GARANTISCA risultati.

Un binario logico dal quale partire per personalizzare l’allenamento.

Thomas Maggiò

Personal Trainer

365 Programmare l’ipertrofia – Il libro

70,00

COD: 014 Categoria:

Descrizione

365 Programmare l’ipetrofia – il libro

Il manuale sulla pianificazione annuale dell’allenamento in palestra

 

Scritto da Amerigo Brunetti

 

Il manuale nasce dall’idea di diffondere una logica di allenamento pianificata sul lungo periodo, in grado di offrire una prospettiva di crescita ad una vastissima gamma di soggetti.

E’ rivolto a tutti gli allenatori, i personal trainer e i praticanti che vanno in palestra cercando un risultato concreto.

 

I CAPITOLI DEL LIBRO

Programmare l’ipertrofia

Il ruolo della pianificazione dell’allenamento nello sviluppo muscolare.
 Il sistema nervoso come chiave per la crescita continua nell’atleta Natural.

 

Gli esercizi fondamentali

Capacità di utilizzo del proprio corpo, skill, abilità.

Squat, Panca Piana e Stacco da Terra sono tre esercizi che hanno un grande impatto sulla crescita: sono multiarticolari, vedono un tempo di applicazione di forza compatibile con l’innesco di ipertrofia e attivano il sistema nervoso.

 

Le Fasi

Il programma annuale prevede quattro grandi periodi:

  • T1 – durata 6/8 settimane
  • PN – durata 13 settimane
  • JAW – durata 18 settimane
  • IS – durata 15 settimane

Fase Uno: Perfezionamento tecnico

La fase di Perfezionamento Tecnico ha l’obbiettivo di perfezionare l’esecuzione degli esercizi fondamentali. Focus sul controllo tecnico, quindi basso carico, movimenti lenti e con fermo prolungato. La frequenza di lavoro è 2 Squat, 3 Panca, 3 Stacco.

 

L’uso dell’RPE

Esiste un indicatore di fatica molto utile, che nasce nel Powerlifting (o meglio nella Pesistica Olimpica) e che può risultare utilissimo nello sviluppo muscolare. Questo indicatore è l’RPE.

 

Fase Due: Potenziamento neurale

Questa fase prevede:

  • Il trasferimento della tecnica corretta (appresa nel periodo T1) anche a carichi più elevati.
  • Il mantenimento di una tecnica corretta anche in periodi di accumulo di stanchezza.

Fase Tre: Protocollo Jaw

Il periodo più impegnativo di tutto l’anno. 18 settimane di fuoco e fiamme, l’allenamento è guerra.

 

Fase Quattro: Ipertrofia specifica

Fondamentali in alta frequenza settimanale ma volume moderato. Intensità di carico mantenuta principalmente tra il 75% e il 90%. Molto spazio al lavoro muscolare specifico e al metabolico
Si utilizzano varianti e monoarticolari, rendendo differente – ma perfettamente contestualizzato – lo stimolo.

 

Consequenzialità degli stimoli

Se la programmazione annuale prevede il susseguirsi delle quattro fasi, è necessario comprendere che esistono regole di organizzazione settimanale condivise da ogni periodo.

 

I programmi routine

Get into the loop. Creare un circolo virtuoso di miglioramento è l’arma migliore a nostra disposizione.

 

Allenare la forza

Quando l’obbiettivo è sollevare il bilanciere più pesante: powerlifting. Esiste davvero un netto distacco dal bodybuilding? Quattro storie di successo.

 

La reattività degli stimoli

Gestire lo scarico.
La settimana “leggera” necessita di una presa coscienza dello stressor principale, e la diminuzione di questo fattore è spesso accompagnata da un’innalzamento degli altri parametri.

SaveSave

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “365 Programmare l’ipertrofia – Il libro”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.